2006_schumacher_cittadinanza_maranello

La cittadinanza onoraria a Michael Schumacher

Il 5 dicembre 2006 il Comune di Maranello conferisce la cittadinanza onoraria al pilota tedesco e pluricampione del mondo Michael Schumacher.

Oltre alla simbolica chiave della città, il pilota tedesco riceve in dono una campana di bronzo appositamente realizzata per l’occasione che riporta l’incisione delle sue vittorie in Ferrari dal 1996 al 2006 (da tradizione, le vittorie del Cavallino sono salutate a Maranello dal suono delle campane della chiesa parrocchiale di San Biagio). Un riconoscimento istituzionale, a nome di tutti i maranellesi, per la splendida storia sportiva di cui il campione è stato protagonista nei dieci anni precedenti.

“Schumacher, con la sua storia sportiva alla Ferrari, è stato per Maranello un compagno di viaggio in un tratto di strada importante”, recita la delibera del Consiglio comunale che ha votato all’unanimità il conferimento della cittadinanza onoraria. “Oggi a conclusione di un’incredibile stagione di successi, Maranello vuole ringraziarlo attribuendogli la cittadinanza onoraria. Non si tratta di un mero atto formale, ma di un sentimento comune fra i maranellesi che già da tempo considerano Schumi un concittadino un po’ speciale. Una persona cui viene riconosciuto un carattere, una dedizione al lavoro che è vicina alla nostra sensibilità. La storia di questi undici anni di Schumacher alla Ferrari ha coinciso non solo con un rilancio ai massimi livelli delle competizioni mondiali di Formula 1 della squadra corse, ma anche con la definitiva realizzazione di un piano industriale che ha portato la Ferrari ad uscire dalla crisi dell’inizio degli anni ’90. Se infatti i risultati sportivi conseguiti da Michael Schumacher hanno dato grande visibilità alla nostra cittadina, fungendo da volano per quelle attività economiche legate al turismo e non solo, hanno soprattutto sostenuto il rilancio dell’attività industriale della Ferrari. La Ferrari, azienda di importanza nazionale, per Maranello e la sua comunità è un’importante fattore per l’economia locale che si è concretizzata in lavoro sia nella fabbrica sia nelle attività dell’indotto per molte famiglie residenti. L’attenzione alle gesta di Schumacher e della Ferrari è stata decisiva per fare di Maranello una meta di turisti italiani e stranieri”.

Michael Schumacher detiene la gran parte dei record della Formula 1, avendo conseguito, oltre ai titoli iridati, anche il maggior numero di Gran Premi vinti, di Giri Veloci in gara, di hat trick (pole position, vittoria e giro più veloce nella stessa gara). Fino al 13 ottobre 2013, ha detenuto il record assoluto di punti in carriera. È stato anche il primatista di pole position (68) dal 2006 al 2017, il primo tedesco a divenire campione del mondo di Formula 1 e l’icona più popolare nella Formula 1 fino al 2006, secondo un sondaggio effettuato dalla FIA. A ottobre 2003 diviene il più titolato pilota di Formula 1, superando il record di Juan Manuel Fangio, e nel 2004 ha marcato un ulteriore record vincendo il suo quinto titolo iridato consecutivo. Si è ritirato dalla Formula 1 alla fine del 2012.