Il nome di Maranello

Il nome di Maranello compare per la prima volta in una pergamena del 1191. Esiste però anche un’altra leggenda che racconta, a suo modo, l’origine del nome.

Quando i terramaricoli costruivano le loro palafitte, quando le legioni romane scacciavano i Liguri Friniates, quando veniva fondata la pieve di Fogliano, Maranello non si chiamava ancora così. Bisogna aspettare il 7 aprile 1191 per avere la prima testimonianza del suo nome.

Ancora una volta, è un documento scritto a parlare. Si tratta di una pergamena che dice: “Michele Abate di San Pietro in Modena concede in feudo a Giovanni Cane e a Pietro Venetico tutto quanto aveva posseduto allo stesso titolo Ubaldo di Marano Arardini.”

È proprio in queste due parole – Marano Arardini, o Araldini – che secondo gli storici si nasconde l’origine del nome di Maranello. Tale Ubaldo avrebbe costruito qui un primo castello su antiche fondazioni, adattandolo alle proprie esigenze. La sua famiglia avrebbe così dato il nome alla località: Marano Arardini o Araldini, divenuto nei successivi documenti Maranellum, Maranelli e Maranello. La derivazione sarebbe in qualche modo legata al vicino abitato di Marano.

Esiste anche una leggenda più fiabesca per spiegare l’origine del nome di Maranello. Racconta di Mara, bella castellana innamorata di Nello, un povero paesano. I loro incontri clandestini vengono scoperti dai sudditi che informano il padre della ragazza. Vietato ogni contatto, i due innamorati, presi dalla disperazione, si gettano abbracciati nel torrente Grizzaga dove annegano. Da qui il nome della città, Maranello, per ricordare per sempre il loro amore impossibile.

 

Bibliografia
Silvano Soragni, “Maranello, dal Castello Feudale… al Maestro Giuseppe Graziosi”, Artioli Editore, 2007
Silvano Soragni, “Maranello, dal Feudo Calcagnini… alla Scuderia Ferrari”, Artioli Editore, 2004