History

The events and the steps that take us to present Maranello (and make us think of the city tomorrow).

963

Le prime notizie della pieve di Fogliano

Per Maranello, l’Alto Medioevo è un periodo privo di testimonianze: fa eccezione un documento del 936 che attesta la presenza di una piccola chiesa a Fogliano. Una delle fasi in cui la storia di Maranello presenta lacune e non ci restituisce informazioni chiare è l’Alto Medioevo, ossia il periodo che..leggi tutto

1191

Il nome di Maranello

Il nome di Maranello compare per la prima volta in una pergamena del 1191. Esiste però anche un’altra leggenda che racconta, a suo modo, l’origine del nome. Quando i terramaricoli costruivano le loro palafitte, quando le legioni romane scacciavano i Liguri Friniates, quando veniva fondata la pieve di Fogliano, Maranello..leggi tutto

Maranello’s name

Maranello’s name was mentioned first in a parchment dated 1191. However, there is another legend that tells us the name’s origin. When the Terramare civilisation built its houses on stilts, or the Roman legions drove off the Ligurians, or when the Fogliano parish was founded, Maranello did not bear its..leggi tutto

1292

Il Medioevo e le lotte per il potere

Fra ‘200 e ‘400 Maranello passa sotto il controllo di molte famiglie nobiliari e istituzioni comunali vivendo una lunga fase di instabilità politica. Se l’Alto Medioevo di Maranello è caratterizzato da una mancanza cronica di informazioni, il Basso Medioevo sembra invece una frenetica partita di ping-pong. Il motivo è un..leggi tutto

Struggles for power in the Middle Ages

Between 1200 and 1400 Maranello experienced a lengthy period of political instability and passed under many noble families and municipal institutions’ control. If Maranello’s experience of the Early Middle Ages was characterised by a chronic lack of information, the Late Middle Ages saw it passed like a football between powerful..leggi tutto

1464

La nascita del Feudo Calcagnini

Nel 1464 Borso d’Esta fa di Maranello il capoluogo di un feudo con giurisdizione propria e lo affida a Teofilo Calcagnini: dopo la sua morte, il feudo passerà ai suoi discendenti. Nel 1464 Maranello ha già un castello – diverso da quello attuale – e, alle spalle, due lunghi secoli..leggi tutto

The birth of the Calcagnini fief

Borso d’Este made Maranello the capital of a fief with its own jurisdiction and entrusted it to Teofilo Calcagnini in 1464. After his death, the fief passed on to his descendants. By 1464, Maranello already had a castle, which was different from the current one and had seen two centuries..leggi tutto

1475

Vivere a Maranello alla fine del Quattrocento

Nel 1475 vengono approvati i primi Statuti del feudo con norme, pene e reati: una testimonianza preziosa della vita quotidiana nella Maranello di cinque secoli fa. Maranello diventa feudo con propria giurisdizione nel 1464, e nel giro di pochi anni vengono varate una serie di norme per dettare regole di..leggi tutto

Life in Maranello in the late 15th century

The first feudal statutes with rules, penalties and offences were approved in 1475. This is a precious testimony of everyday Maranello life five centuries ago. Maranello became feudalised with its own jurisdiction in 1464, and after a few years, a set of rules to dictate coexistence, offences and penalties were..leggi tutto

1498

Eretici maranellesi

Nel 1498 ha luogo il primo processo per eresia nei confronti di una maranellese, Orsolina Bernardi: ne seguiranno altri 52. Le accuse più frequenti, la magia e la bestemmia. Alla fine del ‘400, oltre agli Statuti e alle regole per la comunità, nella società si affaccia un’istituzione che fa paura..leggi tutto

Maranello heretics

The first heresy trial against someone from Maranello was the one against Orsolina Bernardi in 1498: 52 others followed. The most frequent allegations were magic and blasphemy. At the end of the 1400s, the community not only had its statutes and rules, it also faced a scary institution that followed..leggi tutto

1501

La storia del Castello di Maranello

Nel 1501 un terremoto distrugge parte del Castello di Maranello che viene ricostruito secondo l’aspetto attuale. C’è un anno spartiacque nella storia di Maranello: si tratta del 1501, l’anno in cui un forte terremoto distrugge parti dell’abitato, inclusa una porzione del vecchio Castello. Nel corso del ‘500 il Castello viene..leggi tutto

Maranello Castle’s history

Part of Maranello Castle was destroyed in the 1501 earthquake. These parts were rebuilt giving the Castle its current look. 1501 was a watershed year in Maranello’s history. The year saw a strong earthquake, which destroyed parts of the town, including a part of the old Castle. During the 1500s..leggi tutto

1567

Il processo per eresia di Gian Maria Tagliati, detto il Maranello

Nel 1567 si tiene a Modena il processo per eresia del cittadino maranellese più celebre trascinato davanti all’Inquisizione: l’umanista Gian Maria Tagliati, detto il Maranello. 1 marzo 1567. A Modena, presso il Tribunale dell’Inquisizione in San Domenico, tutto è pronto per il processo dell’umanista Gian Maria Tagliati, detto “Il Maranello”...leggi tutto

The Gian Maria “Maranello” Tagliati heresy trial

A heresy trial was held in Modena in 1567 for the most famous Maranello citizen to be hauled before the Inquisition – the humanist Gian Maria Tagliati, known as “Maranello.” The trial of the humanist Gian Maria Tagliati, known as “Maranello” was held in Modena on 1 March 1567 at..leggi tutto

1736

L’antica chiesa di San Biagio

Nel 1734 viene ricostruita l’antica chiesa medievale di San Biagio accanto al Castello, benché già ritenuta scomoda dai fedeli. Non c’è una data certa per individuare la costruzione dell’antica chiesa di San Biagio, situata accanto al Castello. Alla fine del XII secolo viene citata fra le parrocchie dipendenti dalla pieve..leggi tutto

The medieval Church of San Biagio

In 1734 the medieval church of San Biagio was rebuilt, next to the Castle – even if the faithful considered it inconvenient. There is no specific date for the Church of San Biagio’s construction. It is situated next to the Castle and was mentioned at the end of the 12th..leggi tutto

1766

La storia della Via Giardini

Nel 1766 cominciano i lavori per costruire la Via Giardini e collegare Modena alla Toscana: la strada passerà da Maranello dando impulso al commercio e allo sviluppo del paese. La storia di Maranello si intreccia spesso con quella di strade importanti. Se in epoca romana l’insediamento era toccato dalla Via..leggi tutto

The history of Via Giardini

In 1766, work began to build Via Giardini and connect Modena to Tuscany: the road will pass through Maranello, boosting trade and development of the city. The history of Maranello is intertwined with that of important roads. In Roman times, the settlement was reached over Via Claudia, but in the..leggi tutto

1804

Gli effetti collaterali di Napoleone

Con la conquista napoleonica del Nord Italia, i feudi vengono soppressi: i Calcagnini abbandonano Maranello il cui territorio viene frazionato e suddiviso fra Modena e Sassuolo. Il 1796 è una data importante per tutto il Nord Italia. È proprio questo il periodo in cui le truppe di Napoleone Bonaparte calano..leggi tutto

Side effects from Napoleon

With the Napoleonic conquest of Northern Italy, the feuds were suppressed: the Calcagnini family abandoned Maranello, whose territory was divided and shared between Modena and Sassuolo. 1796 is an important date for all Northern Italy. This is precisely the time when Napoleon’s troops invaded the country and wiped out the..leggi tutto

1860

Maranello libero Comune: quando il popolo soffre la crisi, la nobiltà va in vacanza

Con l’Unità d’Italia Maranello diventa libero Comune, ma la situazione è particolare: da un lato soffre la crisi agraria, dall’altro diventa meta di villeggiatura per nobili famiglie. Per Maranello, l’Unità d’Italia è una bella notizia. Svincolata finalmente da Sassuolo, torna infatti a essere Comune autonomo. Fin dal dicembre 1859, il..leggi tutto

Maranello, the free municipality: when crisis hits, the nobility goes on holiday

With the Unification of Italy Maranello became a free municipality, but the situation was peculiar: on one hand, there was a farming crisis; on the other hand, the city became a holiday destination for noble families. The Unification of Italy was good news for Maranello. Freed at last from Sassuolo,..leggi tutto

1904

La questione della sanità a Maranello

Nel 1904 apre la Farmacia Caselli, la prima di Maranello: fino a quel momento i 3800 abitanti avevano a disposizione solo un armadietto farmaceutico e quattro medici, di cui tre veterinari. Nonostante gli anni a cavallo del 1900 siano migliori rispetto alla crisi del periodo post-unitario, a Maranello c’è ancora..leggi tutto

Health issues in Maranello

In 1904, Farmacia Caselli (Caselli Pharmacy) opened, the first pharmacy in Maranello: until then the 3,800 inhabitants only had one pharmaceutical cabinet and four doctors, three of which were veterinarians. Despite the fact that the years around the turn of the century were better than the crisis after the Unification..leggi tutto

1922

L’omicidio di San Venanzio

Nel 1922 due simpatizzanti socialisti vengono uccisi a San Venanzio da un commando fascista, i cui componenti godranno dell’amnistia proclamata l’anno successivo. All’inizio degli anni ’20 Maranello è ancora in bilico fra passato e futuro. La città ha mantenuto la sua identità agricola, imprese di altro tipo ce ne sono..leggi tutto

The murder of San Venanzio

In 1922, two Socialists were killed in San Venanzio by a group of Fascists, who would escape punishment due to the amnesty proclaimed the following year. At the beginning of the 1920s, Maranello was still hovering between the past and future. The city had retained its agricultural identity, with only..leggi tutto

1925

Dante Beltrami, il primo fotografo di Maranello

Dante Beltrami è il primo fotografo del paese, tipografo e organizzatore di sport locale, ma anche importante personaggio nel periodo della Resistenza. Fra le attività che aprono i battenti a Maranello a cavallo tra le due guerre non ci sono solo imprese tessili. C’è anche la tipografia di Dante Beltrami,..leggi tutto

Dante Beltrami, the first photographer in Maranello

Dante Beltrami was the town’s first photographer, typographer and organiser of local sports events, but also an important person during the Resistance. One of the businesses that opened in Maranello during the years between the two world wars, in addition to textile companies, was the printing business of Dante Beltrami,..leggi tutto

1931

Lo stemma di Maranello

Nel 1931 a Maranello viene concesso l’uso di uno stemma, raffigurato oggi come mosaico davanti al Municipio Si può vedere al centro di Piazza della Libertà: 16.000 pezzi fra tasselli di marmo e pietre semi-preziose messe insieme dall’artista Mario Montanari per raffigurare lo stemma di Maranello. Un pezzettino per abitante,..leggi tutto

The Maranello coat of arms

In 1931 Maranello was granted the use of a coat of arms, depicted today as a mosaic in front of the Town Hall You can see the centre of Piazza della Libertà: 16,000 pieces of marble and semiprecious stones put together by the artist Mario Montanari to form the coat..leggi tutto

1943

La Resistenza a Maranello

Dalla lotta partigiana alla falsificazione di documenti, all’indomani dell’armistizio del 1943 anche Maranello dà il suo fondamentale apporto alla Resistenza. 8 settembre 1943. Vicino a Maranello, presso “La Borga” di Fogliano, un grammofono suona. Tutti ballano e cantano: è un giorno di festa, è finita la guerra. O almeno, questo..leggi tutto

Resistance in Maranello

Maranello gave an important contribution to the resistance during the Partisan struggle and the aftermath of the Armistice of 1943. On 8 September 1943, near Maranello, near “La Borga” Fogliano, everyone was dancing and singing that the war had ended. Or at least, that’s what you would have thought. They..leggi tutto

1945

L’eccidio dei Pini e la Liberazione di Maranello

Aprile 1945 è un mese movimentato: gli ultimi bombardamenti con morti civili, l’eccidio dei Pini per rappresaglia e, infine, la Liberazione. Ai primi di aprile 1945 tre tedeschi stanno camminando su una strada nei pressi di Torre Maina. Manca meno di un mese alla liberazione di Maranello, ma questo ancora..leggi tutto

The Pini Massacre and the Liberation of Maranello

April 1945 was a busy month: the last bombings with civilian deaths, the Pini massacre in retaliation and, ultimately, the Liberation. In early April 1945, three Germans were walking on a road near Torre Maina. It was less than a month before the liberation of Maranello, but nobody knew it..leggi tutto

1998

Il monumento a Enzo Ferrari

Nel 1998 Maranello festeggia i cento anni della nascita di Enzo Ferrari con una lunga serie di iniziative. Uno dei “segni” rimasti dalle celebrazioni è il monumento dedicato al fondatore dell’azienda, donato alla città dal figlio Piero. La statua è una colonna di bronzo che ritrae le tappe più significative..leggi tutto

2006

La cittadinanza onoraria a Michael Schumacher

Il 5 dicembre 2006 il Comune di Maranello conferisce la cittadinanza onoraria al pilota tedesco e pluricampione del mondo Michael Schumacher. Oltre alla simbolica chiave della città, il pilota tedesco riceve in dono una campana di bronzo appositamente realizzata per l’occasione che riporta l’incisione delle sue vittorie in Ferrari dal..leggi tutto

2012

Il passaggio della Mille Miglia

Il 19 maggio 2012 sulle strade di Maranello transita la storica gara automobilistica. Il “Ferrari Tribute to Mille Miglia”, gara di regolarità per auto d’epoca, è l’ideale prosecuzione della competizione automobilistica stradale disputata in 24 edizioni tra il 1927 e il 1957. Nella tappa maranellese le storiche vetture hanno percorso..leggi tutto

La prima Notte Rossa

Nel giugno 2012 debutta la Notte Rossa, una grande festa per celebrare l’orgoglio e la passione della comunità organizzata dall’amministrazione comunale di Maranello. Una festa popolare in cui protagoniste assolute sono le Ferrari, provenienti da tutta Italia e dall’estero, collocate lungo le strade cittadine in un simbolico museo a cielo..leggi tutto

2016

Il vertice Italia-Germania

Il 31 agosto 2016 Maranello ha ospitato il vertice bilaterale Italia-Germania. L’allora presidente del Consiglio Matteo Renzi e la Cancelliera tedesca Angela Merkel, insieme alle rispettive delegazioni istituzionali, si sono incontrati all’interno degli stabilimenti della Ferrari, simbolo internazionale dell’eccellenza del made in Italy. Una giornata che resterà nella storia di..leggi tutto

Storytelling with   by Intersezione

X